Turismo per tutti

Nel 2010 FIABA ha creato il Dipartimento “Turismo per tutti” FIABA per favorire la realizzazione di un’offerta turistica, fatta di servizi, strutture, percorsi e di un patrimonio artistico e naturale a fruibilità totale ed improntata sulla cultura della Total Quality, la qualità percepita a vivere nell’ambiente, sulla soddisfazione della maggioranza della popolazione, non solo di chi ha esigenze particolari.

Il turismo rappresenta un’esperienza importante per il benessere psicofisico della persona, un’occasione di arricchimento culturale e sociale, che consente di aprirsi alla conoscenza di nuove realtà, in un’ottica sempre più globale. Il Turismo Accessibile deve essere attento ai bisogni di tutti con una qualità dell’offerta molto alta, capace di trasformare il viaggio, anche per chi è più in difficoltà, in una vacanza con effetti positivi. Questo non implica di conseguenza servizi dispendiosi economicamente, ma di offerte mirate, che mettano a sistema le informazioni legate all’accessibilità per permettere di scegliere e godere della vacanza ognuno secondo le proprie esigenze. Perché questo si possa realizzare, è indispensabile che sia coinvolta tutta la filiera turistica delle figure professionali: manager, impiegati, aziende, imprese pubbliche e private.

FIABA progetta cicli di seminari info-formativi sulla “La qualità dell’accoglienza turistica: turismo per tutti – l’accoglienza di qualità e l’eccellenza dei servizi” per  promuovere e sviluppare la cultura della Total Quality nel settore del turismo, formando, coinvolgendo ed informando gli operatori del settore sul tema dell’accessibilità e qualità dei servizi offerti.

 Per la trasversalità che il turismo rappresenta nei diversi settori – economico, culturale, di servizi – FIABA ha attivato un processo partecipativo e sinergico tra i diversi soggetti di governance sul territori. Con la costituzione delle Cabine di Regia per la Total Quality in ambito nazionale viene attestato da FIABA un approccio sinergico e partecipativo tra gli operatori turistici, gli Enti pubblici, privati e le organizzazioni del turismo sociale volto a diffondere la cultura dell’accessibilità e inclusione.