Edizione 2019

Domenica 6 ottobre a Roma, in piazza Colonna, si è svolta la XVII edizione del FIABADAY "Giornata Nazionale per l'Abbattimento delle Barriere Architettoniche".  Il programma della giornata è stato presentato ufficialmente giovedì 3 ottobre con una Conferenza Stampa presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. 

Il FIABADAY è stato organizzato da FIABA in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri e con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto. La manifestazione ha ricevuto la medaglia del Presidente della Repubblica e il messaggio augurale del Santo Padre Papa Francesco. L’evento ha inoltre ricevuto il patrocinio di Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Giustizia, Ministero della Difesa, Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Ministero della Salute, Regione Lazio, Roma Capitale, Responsabilità Sociale Rai e Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati. La campagna di sensibilizzazione di quest’anno, dal titolo “La città che vorrei”, si focalizza sulla città intesa come spazio fisico di progettazione e come luogo di relazioni, in quanto dal suo grado di accessibilità dipende la possibilità per tutti i cittadini di muoversi liberamente, accedendo ai servizi offerti e mantenendo una vita sociale attiva.

La giornata si è aperta alle ore 10.00 con il saluto di Francesca De Vito, Consigliera della Regione Lazio, e di Valerio Caruso, Vice Capo della Segreteria Particolare della Vice Ministra agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Emanuela Del Re.

Contemporaneamente, Palazzo Chigi è stato aperto alle visite guidate per gruppi di persone con disabilità e loro accompagnatori, accolti dai funzionari di Palazzo Chigi e dallo staff di FIABA. Durante le visite è stato presente anche un interprete di Lingua dei Segni italiana (LIS) a vantaggio delle persone non udenti.

Dopo l’esibizione, in piazza, della Fanfara dei Carabinieri, numerosi i dibattiti si sono susseguiti sul palco. Alle ore 11.00 sono state affrontate le tematiche relative a sanità ed assistenza con la partecipazione di Giovanni Salerno Direttore Generale dell’Istituto Helvetico Sanders, Claudio Mazzeo Direttore sanitario dell’Istituto Helvetico Sanders, Biancamaria Mancini Responsabile Ricerca e Sviluppo dell’Istituto Helvetico Sanders, Maria Stefania Putzu del Centro Elaborazione Servizi alla Persona, Giovanni Manganiello della IRC Comunità e la Co-founder & Marketing Manager di UGO Michela Conti.

A seguire, si è parlato di scuola e inclusione con il delegato della Direzione generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione del MIUR Guido Dell’Acqua, il Consigliere del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati Paolo Nicolosi, il Presidente di GEOWEB Marco Nardini, la Coordinatrice Innovazione nella scuola e Community manager di Fondazione Mondo Digitale Cecilia Stajano e la professoressa Rosaria Brocato del Dipartimento Scuola FIABA.

Successivamente, il dibattito si è spostato sul mondo del digitale con la partecipazione del Direttore Generale di CBI S.c.p.a. Liliana Fratini Passi e del Presidente dell’Associazione Cuore Digitale Gianluca Ricci. Alle ore 12.00, invece, il testimone è passato a Maria Pangaro Vice Segretario del Movimento Cristiani Lavoratori, Lynda Johnson di W.A.Y.S. Cooperativa Sociale Onlus e Mariella Bruno di Diversity Opportunity, le quali hanno trattato l’importanza della diversity nel mondo del lavoro.

Dopo aver parlato di mobilità insieme alla Responsabile Servizi alla Clientela di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. Simona Cristofari, i dibattiti si sono conclusi alle ore 13.00 con le testimonianze di sport con il Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa, Carmelo Mandalari Segretario Generale di GS FLAMES Gold, Salvatore Pezzuto e Susanna Casubolo di Oltre la Rete, e Thaira Mangiapelo di Polisportiva 91.

Non solo dibattiti, ma anche tanto intrattenimento. Dalle 14.00 alle 18.00, sul palco si sono esibiti il cantante e imitatore Luca Virago, il gruppo artistico “Le Maghe”, la cantautrice e compositrice Linda D, il cantautore DAEV, la Ragazza del Chewing Gum e Mounsieur David, anima e fondatore del Feet Theater.

Alle 11.30 e alle 16.30, presso gli stand allestiti accanto al palco, i volontari delle organizzazioni CESAP, Volontariato per Te - ODV, Emergenza Sordi APS e IRC Comunità hanno tenuto delle dimostrazioni di primo soccorso per tutte le fasce di età. 

Per tutta la giornata, in piazza, sono stati distribuiti materiali della Pizzardi Editore e della Panini per i più piccoli.

La giornata è stata arricchita dalla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, il quale, nel corso delle visite guidate dedicate ai disabili e ai loro accompagnatori, con grande sorpresa dei presenti, ha raggiunto il Presidente di FIABA Onlus Giuseppe Trieste nella Sala del Consiglio dei Ministri di Palazzo Chigi. Conte, inizialmente, ha giocato e scherzato con i visitatori, che ha salutato e fatto sedere alla tavola rotonda, di solito occupata dai Ministri, e ha simulato una riunione del Consiglio dei Ministri. Dopodiché, con l'ausilio di un interprete della lingua dei segni dell’Istituto Statale per Sordi di Roma, ha preso la parola. Il Presidente del Consiglio ha promesso ai presenti un maggiore impegno nelle tematiche legate all’inclusione e all’abbattimento di ogni tipo di barriera che ostacoli la reale attuazione dei principi di eguaglianza previsti dalla Carta costituzionale. Il Presidente Conte ha affermato che “dobbiamo attuare la nostra Costituzione, la quale riconosce a tutti il diritto di partecipare alla vita sociale del nostro Paese;  solamente rimuovendo le barriere e gli ostacoli che impediscono di fatto l’intervento di tutti nella vita democratica del nostro Paese possiamo attuare i dettami costituzionali”.

Ancora più sorprendente è stata la sua presenza sul palco del FIABADAY, dove, dopo essersi complimentato con FIABA per la lodevole iniziativa, ha ribadito l’importanza di abbattere le barriere e gli ostacoli che impediscono alle persone con disabilità di partecipare con pienezza alla vita sociale, politica, democratica, culturale ed economica del Paese. “Come Stato dobbiamo garantire a tutti l’uguaglianza sostanziale e la pienezza dei diritti”, ha detto il Presidente Conte. “Solo garantendo a tutti le stesse possibilità l’uguaglianza diventa effettiva, altrimenti rimane una mera una declamazione di principio. Per questo è importante lavorare per l’inclusione in tutti i campi, solo così possiamo garantire che i tutti i cittadini si sentano veramente e integralmente parte della nostra comunità”.

Successivamente, il Presidente Conte si è fermato in Piazza Colonna per salutare e ringraziare il pubblico e i partner sostenitori di FIABA presenti all'evento, sul palco e negli stand predisposti accanto ad esso. Tanta l’emozione per aver avuto un ospite così importante.

 

Un ringraziamento ai sostenitori del #FIABADAY2019: Regione Lazio, INAIL, Fondazione Terzo Pilastro, ADR Assistance, ACEA Spa, Energent Spa, GEOWEB, Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, Rete Ferroviaria Italiana - Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, Bancomat Spa, Leonardo Spa, Istituto Helvetico Sanders, CBI Scpa, 24Ore Business School, MES - Meccanica per l'Elettronica e Servomeccanismi Spa, Movimento Cristiano Lavoratori, ANPIT - Associazione Nazionale Per l'Industria e il Terziario, UN.I.O.N. - Unione Italiana Organismi Notificati e Abilitati, Indaco Architetti, Veloce Ristrutturare.it, Istituto Statale per Sordi di Roma, Guidosimplex, Gimi Sound, ISNow, Vanni, Anthai Onlus, Pizzardi Editore, Panini.

Media partner: Roma Servizi per la Mobilità

Comunicato stampa FIABADAY 2019 | Locandina FIABADAY 2019 | Programma FIABADAY 2019


La campagna di sensibilizzazione, ideata da FIABA Onlus, dal titolo “La città che vorrei” farà da cornice alla XVII edizione della “Giornata Nazionale per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche” – FIABADAY, che si svolgerà a Roma, in piazza Colonna, domenica 6 ottobre 2019 dalle ore 10.00 alle ore 19.00.

Perché “La città che vorrei”? Il 2019 è un anno importante, in quanto segna i trent'anni dalla promulgazione della legge 13/1989 e i dieci anni dalla ratifica in Italia della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità. Quest’anno abbiamo deciso di focalizzare la campagna di sensibilizzazione sulla città intesa come spazio fisico di progettazione e come luogo di relazioni, in quanto dal suo grado di accessibilità dipende la possibilità per tutti i cittadini di muoversi liberamente, accedendo ai servizi offerti e mantenendo una vita sociale attiva. L’accessibilità deve innalzare il livello di comfort dello spazio urbano, eliminando gli ostacoli che impediscono il raggiungimento di pari opportunità per tutti, ognuno nella sua diversità.

In Italia si stima che le persone con disabilità siano circa 4,3 milioni (pari al 7,2% della popolazione), e secondo alcuni studi raggiungeranno i 6,7 milioni nel 2040. Nel nostro Paese, inoltre, è in atto anche un forte cambiamento demografico. Secondo gli ultimi dati Istat, in particolare, al 1 gennaio 2019 si registra un aumento degli anziani da record, con gli over 65 che per la prima volta hanno raggiunto i 13,8 milioni. Gli ultracentenari, addirittura, ammontano a oltre 14.000. Questi numeri rivelano la necessità per le nostre città di essere al passo con i tempi, garantendo il rispetto della diversità umana: non si tratta di progettare esclusivamente per la disabilità, ma occorre pensare alla persona in quanto tale, ponendo attenzione ai bisogni di tutti.

La “Giornata Nazionale per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche” – FIABADAY proseguirà con eventi sull'intero territorio nazionale con la collaborazione del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera.

Il tuo aiuto è importanteContribuisci a diffondere l'importanza dell'accessibilità tra le persone che conosci e diventa testimonial della campagna "La città che vorrei".

Crea il tuo cartello personalizzato con l'hashtag #lacittàchevorrei e pubblica la foto. Ricordati di taggare @FIABAOnlus (Facebook, Instagram,Twitter) e di inserire nel post gli hashtag #FIABADAY2019 #lacittàchevorrei

Scarica la campagna di sensibilizzazione qui

La XVII edizione del FIABADAY "Giornata Nazionale per l'Abbattimento delle Barriere Architettoniche" ha ricevuto  la "Medaglia del Presidente della Repubblica"

In collaborazione con: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera

Con il patrocinio di: Senato della RepubblicaCamera dei Deputati, Presidenza del Consiglio dei MinistriMinistero della GiustiziaMinistero della DifesaMinistero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero del Lavoro e delle Politiche SocialiMinistero della Salute, Regione Lazio, Roma Capitale, Responsabilità Sociale RAI, Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati.

Con il contributo di: Regione Lazio

Con il sostegno di: INAIL, Fondazione Terzo Pilastro Internazionale, ADR Assistance, ACEA Spa, Energent Spa, GEOWEB, Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, Rete Ferroviaria Italiana - Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, Bancomat Spa, Leonardo Spa, Istituto Helvetico Sanders, CBI Scpa, 24Ore Business School, MES - Meccanica per l'Elettronica e Servomeccanismi Spa, MCL - Movimento Cristiano Lavoratori, ANPIT - Associazione Nazionale Per l'Industria e il Terziario, UN.I.O.N. - Unione Italiana Organismi Notificati e Abilitati, Indaco Architetti, Veloce Ristrutturare.it, Istituto Statale per Sordi di Roma, Guidosimplex, Gimi Sound, ISNow, Vanni, Anthai Onlus, Pizzardi Editore, Panini.

Media partner: Roma Servizi per la Mobilità